Dokumente zum Herunterladen
X
LEAFLET FOR DOWNLOAD
Faculty report 2015
IPSE Factsheet
leaflet for download
leaflet for download
leaflet for download
Startseite // Forschung // FLSHASE // Identités. P... // Research Ins... // Institut d’É... // Activités // Conférence internationale: "MicroMacro. Pratiche del dettaglio"

Conférence internationale: "MicroMacro. Pratiche del dettaglio"

 

 

 

Venezia, 30 maggio 2016
Giardini della Biennale, Padiglione centrale

 

Il seminario Pratiche del dettaglio esplora forme e forze del dettaglio come dispositivo privilegiato di studio delle dinamiche di fruizione. Il dettaglio è il momento di un’interenunciazione, fra il produttore -dettagliante e il lettore - spettatore, che lo scova ed estrae.L’effetto di realtà a volte illusionistico del “dettaglio iconico” o la resa microscopica delle qualità del “dettaglio plastico” – campi di fascinazione o allucinazione – suscitano nel fruitore una pragmatica a più fasi : dal ravvicinamento alla sorpresa alla descrizione, fino ad azioni di messa a fuoco o di ingrandimento, spesso attestate da copie o da fotografie. Si specifica così l’“enigma della Pampa” per Maria Reiche, nell’immagine di Bruce Chatwin che rappresenta questa 15. Mostra Internazionale d’Architettura. Nelle arti e nelle scienze il dettaglio è un invito a mutare i livelli di percezione, inventando “quadri futuri”. In pittura igeneri del paesaggio e della natura morta sono nati per riproduzione, su scala allargata, del quadro di storia. Framing e selezione dell’esperienza sono consustanziali alla fotografia e al cinema. La moda è per eccellenza l’arte del dettaglio. Un codice QR o una “app” sono dettagli: configurazioni minuziose che attivano pratiche interpretative e d’uso. Che “Dio si annida nei dettagli” (Warburg) vuol dire forse: I) che i dettagli sono il sintomo di uno stato psichico e della memoria inconscia di una cultura (Didi-Huberman), ma soprattutto indica che II) nei dettagli bisogna guardare come presagio dei passaggi di mano nelle culture (Arasse).

Argumentaire et programme :

 

Cet évènement est organisé par l'Université du Luxembourg (Institut IRMA) et l'Université Ca'Foscari de Venise (Laboratorio LISaV) en collaboration avecLuxembourg Pavilion at the 56th Venice Biennale 2015et avec le soutien deUniversità Degli Studi Di Urbino Carlo Boet deCentro internazionale Scienze Semiotiche.